Click to Watch in HD > The Zen Circus - Lanima non conta (Videoclip ufficiale)

Watch Brano estratto dall’album “La Terza Guerra Mondiale” uscitoil 23 Settembre 2016 per La Tempesta Dischi / Believe / Master Music. Itunes: http://bit.ly/LaTerzaGuerraMondiale - The Zen Circus su Facebook: https://www.facebook.com/thezencircus --- Il Tour: 28/10 Bologna - Tpo (data zero) 29/10 Perugia - Urban 04/11 S. Maria a Vico (CE) - Smav 05/11 Molfetta (BA) - Eremo 11/11 Trento - Sambapolis 17/11 Torino - Hiroshima 18/11 Roncade (TV) - New Age 25/11 Grottammare (AP) - Container 26/11 Livorno - The Cage 02/12 Roma - Atlantico 07/12 Milano - Alcatraz 14/12 Genova - Teatro dellArchivolto 17/12 Firenze - Flog 05/01 Lamezia Terme (CZ) - Color Fest 06/01 Messina - Retronoveau 07/01 Catania - Ma 13/01 Cagliar - Fabrik 14/01 Sassari - The Hor --- A Stoned! Neorealismo story by Jacopo Farina - Collettivo Sterven Jønger. --- Credits audio: Appino: VoceChitarra Ufo: Basso Karim Qqru: Batteria Solo finale di chitarra: Maestro Pellegrini Produzione artistica: The Zen Circus Registrato e mixato da Andrea Appino presso 360 Music Factory Recording di Livorno. Assistente di studio: Andrea Pachetti. Masterizzato da Andrea Bernie De Bernardi presso Eleven Mastering di Busto Arsizio (VA) Testo: Andra Appino Musica: The Zen Circus (C) + (P) 2016 The Zen Circus / La Tempesta Dischi --- https://www.bigtimeweb.it https://www.locusta.net https://www.facebook.com/thezencircus https://www.thezencircus.com https://www.latempesta.org --- Lanima non conta Laura guarda il mare come lo sanno guardare solo certi figli del nordest / ma Venezia non è mare è solo un ideale / che non puoi abbracciare mai / e poi mai / sposta i capelli sulla spalla destra e scopre quel disegno fatto di nascosto a suo padre / ma adesso anche il parroco ha un tatuaggio con su scritto l’anima mia / è di dio / il tempo non si ferma non si è mai fermato e quello che è passato chissà dove è andato / forse in quel cassetto dove nascondevo la carta stagnola o nel Bar da Mauro / maledetto il giorno in cui mi son fidato di questo paese lurido / sperduto / imbarazzato / freddo / grigio / solitario / disastrato / dove ho creduto di esserti vicino ma vicini eran solo i guai / ed i tuoi / l’ambulanza grida / e porta via mio padre / il sangue ormai è seccato / almeno te l’ho presentato / poi son scappato / Firenze / Rimini / Ferrara / la piana e l’autostrada / ma il sole risorge ogni giorno e ogni giorno i ragazzi al parco si fanno / giù da questo scoglio, giù nel mare in verticale / giù e poi nuotare, non c’è altro da fare, senza bestemmiare, zitto e non fiatare tanto l’anima non conta / tu libera e felice vai, mi ritrovi dove sai / ora cercherò, un amico un lavoro / poi non lo so / una casa / il decoro / e poi ho visto solo mare / mare / mare / mare / tanto mare solo acqua tanta nei polmoni che fa male e non riesci a respirare / e ti chiedi i pesci come fanno / ma non lo diranno mai, lo sai / amici a non finire / sembra di impazzire / ti dicono bravo, bravo, sei speciale, ma quanto sei bravo, sei un portento, sei geniale / ma finché non te lo dice lui, o non te lo dice lei non conta / andiamo in centro /andiamo in centro / andiamo a vedere i passeggini rotolare / la gente comperare quello che non può avere / oppure più semplicemente resteremo qua/ ma il sole risorge ogni giorno e ogni giorno che passa diventa un ricordo / giù da questo scoglio, giù nel mare in verticale / giù e poi nuotare / non c’è altro da fare / senza bestemmiare / zitto e non fiatare tanto / l’anima non conta / tu libera e felice vai / mi ritrovi dove sai

Youtube Channel / TheZenCircus
Loading